Il cognac e la sua storia

Quando storia e storia si incontrano. Una breve introduzione alla storia di Cognac.

Il re Francesco I, uno dei pionieri del “RINASCIMENTO” e protettore di artisti come Leonardo Da Vinci, nacque nel 1494 nella città di Cognac, incastonato lungo la Charente. Oggi, il suo castello medievale è ancora aperto per i visitatori e una statua di Francesco I sul suo cavallo si trova nel cuore del centro della città.

Michel ForgeronLa storia ci riporta al 3 ° secolo, quando l’Imperatore Probo diede ai Galli che vivevano nella regione il privilegio di piantare viti e produrre vino. La regione prese il nome di “Vineyard of Poitou” e la sua produzione di vino, grano e il commercio del sale, contribuì alla sua ricchezza per secoli.
Questa crescita economica fu accentuata dal commercio con gli inglesi e gli olandesi, potenti nazioni mercantili, che favorirono il commercio durante il Medioevo.

Le prime tracce del Cognac tradizionale fecero la loro comparsa durante il XVIII secolo. Durante gli anni della crisi, i produttori furono costretti a mantenere il loro “eaux-de-vie” in barrique fino alla ripresa delle vendite. Dopo aver “dormito” in botti di rovere, hanno scoperto che avevano un bel colore ambrato e avevano sviluppato aromi e sapori gradevoli.

Michel ForgeronMartell (1715) e Hennessy (1765), cittadini del Regno Unito, hanno iniziato la loro attività in Cognac e hanno iniziato a vendere i loro prodotti all’estero. Nacque un nuovo mercato e rapidamente grandi quantità di barili di “acquavite” da Cognac fluirono dal porto regionale verso l’Inghilterra, l’Olanda e il resto del mondo.

Nel 1824 la “eau-de-vie” prodotta a Cognac prese il nome ufficiale di COGNAC.

Il nostro vigneto

Il clima oceanico e temperato con i suoi inverni miti e il sole generoso, favorisce un’ottima maturazione dei vitigni bianchi della regione.

Evoluzione del vigneto
Siamo passati da 2 ha nel 1960 a 24 ha nel 2010. Il 100% del vigneto si trova a GRANDE CHAMPAGNE in un raggio di 5 km intorno alla fattoria, 30% in collina e 70% in pianura.

Caratteristiche
Rinnovo regolare del vigneto, età media 18 anni, ceppi doppio Guyot, taglio manuale e densità di impianto di 3000 piante / ha.

Il vitigno del cognac
L’Ugni-Blanc, con maturità tardiva e molto resistente offre due qualità principali:
– un alto livello di acidità che garantisce una buona conservazione naturale;
– una bassa gradazione alcolica che promuove una migliore concentrazione aromatica durante la distillazione.