Autore: admin

Il Tai Rosso secondo Enrico Pegoraro

Non sono molti i produttori vinicoli che possono vantare un ex-convento del 1200 circondato da filari di vigna e piante di ulivo come sede aziendale. Così è per Enrico Pegoraro, classe 1982, anima e cuore della Cantina Pegoraro di Mossano, sui Colli Berici. Con lui sono attivi anche i genitori e i fratelli più piccoli Alessandro (enologo) e Valeria (dedita alla comunicazione e al marketing), mentre Enrico presiede le operazioni in campo e segue le vendite. Un passato da conferitori, nel 1998 le prime bottiglie «In realtà tutti facciamo tutto, la nostra è un’azienda di stampo fortemente familiare». L’avvio ufficiale risale al 1927, con il nonno di Enrico, ma per molti decenni i Pegoraro si sono limitati al conferimento delle uve. «Mio padre negli anni Ottanta ha iniziato a vinificare, ma è solo nel 1998 che abbiamo imbottigliato per la prima volta, smettendo progressivamente di portare le uve alla locale Cantina sociale». La cantina Otto ettari vitati seguendo i principi di lotta integrata L’azienda si estende per sei ettari di proprietà a cui se ne aggiungono due in affitto e l’obiettivo è quello di aumentare ulteriormente la superficie vitata nei prossimi anni. «Seppur piccoli, gestiamo l’intero processo produttivo per garantire la tracciabilità completa del prodotto. Lavoriamo in regime di lotta integrata, riducendo al massimo la chimica e trattando solo con rame e zolfo. Tutte le espressioni del Tai Rosso di Enrico Pegoraro Il vitigno di riferimento è lo...

Read More

Il Calvados secondo Drouin | Parte 1

Il Calvados secondo Drouin | Parte 1 – di Christian Drouin 22 novembre 2021 Il frutteto tradizionale ferma l’avanzata del riscaldamento globale Il tradizionale frutteto normanno non disegna solo un paesaggio magnifico, ma contribuisce anche alla biodiversità e alla lotta contro il riscaldamento globale. I giardini di mele e pere in Normandia sono rinomati per gli eccezionali sidri che si ottengono e, in particolare, per il distillato di sidro più famoso, il calvados. Chi visita la Normandia per la prima volta si aspetta di vedere uno scenario meraviglioso con meli, peri e pascoli quieti con le mucche normanne, celebrate da scrittori, pittori e riviste. Quante volte mi...

Read More

CONSORZIO VINO CHIANTI – Chianti lovers

  IL CONSORZIO Nel 1927, un gruppo di viticoltori costituisce il “Consorzio del Vino Chianti”, una delle prime associazioni di produttori di vino del nostro paese, con la missione di tutelare e promuovere il vino Chianti D.O.C.G. “quale per tradizione antichissima è conosciuto in Italia e all’estero”. Il territorio ricadente sotto l’egida del Consorzio è dal 1932 composto da sei province, punteggiate da città d’arte e cultura tra le più belle del mondo: Firenze, Siena, Arezzo, Pisa, Pistoia, Prato. Questa “love story” tra l’uomo e la natura, ad oggi coinvolge circa 3.000 aziende disseminate su una superficie vitata di circa 15.500 ettari, che ogni anno...

Read More

Il vino rosato chiaro è di qualità migliore? – chiedi a Decanter

Non giudicare un vino rosato solo dal suo colore …   È sbagliato pensare che un vino rosato chiaro significhi sempre una qualità migliore di una bottiglia con una tonalità rosa più brillante. Qualche idea su come essere più chiari sia migliore potrebbe essere in parte sorta a causa della maggiore popolarità del rosé secco di Provenza e della relativa caduta del vecchio stile, lo Zinfandel bianco californiano. Tuttavia, con così tanti punti stilistici da considerare in vigna e in cantina e un numero così elevato di produttori in diverse regioni, è naturalmente scortese giudicare i vini rosati basandosi...

Read More

Intervista A Billy Walker, Mastro Distillatore Glenallachie

Lo scozzese Billy Walker vive e respira whisky. Potrebbe essere un cliché, ma non lo rende meno vero. La leggenda del settore si sta rapidamente avvicinando al suo 50 ° anno nell’industria del whisky scozzese ed è chiaramente al top del suo gioco. Walker ha iniziato da Ballantine’s nella sua città natale di Dumbarton, prima di una breve deviazione come chimico di ricerca farmaceutica. Ma Walker non poteva essere tenuto lontano dall’industria del whisky. La sua illustre carriera ha portato notoriamente all’acquisizione di BenRiach, GlenDronach e Glenglassaugh all’inizio di questo millennio. Tutti sono fioriti da allora e sono stati venduti per una cifra considerevole a...

Read More
Hai bisogno di aiuto? chatta con noi